Come donare un tocco di eleganza al tuo giardino con il cemento stampato

Possiedi un giardino ma non sei soddisfatto del modo in cui è arredato? Pensi che gli spazi esterni della tua casa abbiano bisogno di essere rinnovati? Realizzare una nuova pavimentazione con l’innovativa tecnica del cemento stampato potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo.

Vivere in un’abitazione dotata di un ampio spazio esterno è senza dubbio una grande fortuna, ma può essere anche molto impegnativo. Infatti, se da un lato molti farebbero carte false per poter avere a propria disposizione uno spazio privato dove passare del tempo all’aria aperta senza doversi spostare da casa, va anche detto che in assenza delle necessarie cure, il giardino rischia di conferire un’aria trascurata all’intero immobile, diminuendone il valore estetico.

Sono molte le iniziative che puoi intraprendere per migliorare l’organizzazione e la resa estetica di uno spazio privato esterno, trasformandolo in uno degli ambienti migliori della casa, con poco sforzo e spendendo cifre davvero esigue.
Il primo fondamentale aspetto da curare è rappresentato dal verde: un prato troppo alto, cumuli di foglie secche e piante che crescono in maniera incontrollata non sono certamente un buon biglietto da visita per i nostri ospiti. Se proprio non possiedi il pollice verde, la soluzione migliore è quella di affidarsi ad un giardiniere professionista, che saprà prendersi cura della vegetazione nel migliore dei modi e potrà consigliare le specie di fiori, piante ed arbusti più adatte al terreno in questione.
Dei buoni elementi di arredo possono fare la differenza tra un giardino curato ed accogliente ed uno tutt’altro che invitante. Dovendo fare questo acquisto, il consiglio è quello di non badare solo al risparmio e tenere conto del fatto che, essendo potenzialmente esposte alle intemperie, le sedie, i tavoli, i divanetti e qualunque altro tipo di mobile dovranno essere realizzati con materiali solidi, capaci di resistere agli effetti dei raggi solari e della pioggia.
L’atmosfera del giardino può essere ulteriormente migliorata installando delle tende o un gazebo per proteggersi dal caldo durante la bella stagione, nonché un adeguato sistema di illuminazione che renda l’ambiente esterno confortevole anche di sera.

Uno degli aspetti più importanti è però rappresentato dal tipo di pavimentazione scelta. Che si tratti di un semplice viale oppure di un ampio cortile, la presenza di una copertura di buona qualità può contribuire ad esaltare le caratteristiche e i colori del giardino, creando un effetto di continuità con il verde oppure di netto distacco e, ancora, facendo sfoggio di uno stile rustico ed essenziale o, al contrario, di uno classico e raffinato.

Sia che tu voglia realizzare una pavimentazione ex-novo, sia che intenda sostituirne una già esistente, potrai scegliere tra molte possibilità.
Le soluzioni più classiche prevedono l’uso di pietre naturali oppure di mattonelle in ceramica. I pavimenti realizzati con queste materie prime hanno un fascino indiscutibile però, oltre ad avere un costo al metro quadro davvero ingente, richiedono molto impegno anche in termini di manutenzione.
Materiali pregiati come il porfido e l’ardesia garantiscono un’ottima resa estetica, ma possono macchiarsi con grande facilità e spesso in modo irreversibile.
I pavimenti in cotto, in ceramica e nelle loro varianti reagiscono molto bene agli stress causati dagli sbalzi termici, fisici e chimici dovuti alla pioggia, alla neve e alla grandine. Tuttavia, la caduta di oggetti pesanti e gli urti violenti possono facilmente danneggiarli, generando crepe e spaccature a cui è possibile porre rimedio solo con la sostituzione delle mattonelle.

Il costo importante e la loro relativa fragilità rende queste opzioni sempre meno pratiche, portando molti a preferire soluzioni alternative, come quella rappresentata dai rivestimenti per esterno in cemento stampato.

Il cemento stampato: cos’è

Il termine cemento stampato indica un tipo di pavimentazione realizzata proprio a partire da una semplice colata di calcestruzzo, uno dei materiali edili più diffusi ed economici.
La prima caratteristica di questi rivestimenti è il fatto che essi vanno a costituire strutture monolitiche, ovvero rappresentate da un blocco unico. Può sembrare un particolare poco rilevante ma, in realtà, si tratta di una differenza molto evidente rispetto alle altre tipologie di pavimentazione, ottenute con la giustapposizione di vari elementi e per questo motivo soggette a fenomeni di assestamento che possono portare alla formazione di conche e avvallamenti.
Come è facile intuire, la messa in posa di questi rivestimenti risulta essere semplice e rapida.

La peculiarità di questa tecnica risiede nella fase di stampaggio del cemento che, grazie all’ausilio di speciali calchi in materiale plastico, viene decorato riproducendo in maniera fedele le caratteristiche di qualunque materiale e tipologia di pavimento: dal semplice mattonato al parquet per esterni, includendo anche la possibilità di realizzare disegni e fregi particolari, come una stemma, una scritta o la classica rosa dei venti.
L’impiego di particolari pigmenti permette di conferire al calcestruzzo un’ampia varietà di colori, simulando a perfezione anche le sfumature delle rocce naturali più pregiate.

Il cemento stampato è perfetto per soddisfare qualunque esigenza quando si tratta di creare rivestimenti per gli spazi esterni: pavimenti per portici e verande, spiazzi, rampe di accesso al garage e persino camminamenti a bordo piscina.

Il cemento stampato: materiali e procedimento

A meno che tu non abbia la necessità di pavimentare superfici molto estese, potrai svolgere i lavori per la messa in posa di questo rivestimento da solo, senza richiedere l’intervento di tecnici specializzati. L’opera di messa in posa si compone di tre fasi principali: quella di preparazione del sottofondo, quella di stampaggio del cemento e quella di rifinitura del pavimento.

Nel corso della prima fase, si livella la superficie da rivestire con sabbia e ghiaia e si posiziona una rete metallica che serve per aumentare la rigidità del pavimento.

Successivamente, si dovrà preparare il calcestruzzo. Aggiungendo nella betoniera il materiale plastico in fibre DS-F, si va a conferire al cemento una maggiore elasticità, evitando la formazione di piccole crepe e fratture durante la sua solidificazione.
Dopo aver eseguito la gettata, si livella il cemento e lo si cosparge con due prodotti in polvere molto importanti, il corazzante e il distaccante. Il primo, va ad aumentare la solidità e la resistenza della superficie e a conferire al pavimento il colore desiderato. Il secondo, invece, serve per rendere meno adesivo il cemento ed evitare che gli stampi si incollino ad esso.
Si è quindi pronti per decorare la superficie: i calchi dovranno essere appoggiati sul calcestruzzo ancora fresco e posizionati in modo tale da combaciare tra di loro e creare il disegno scelto. È bene assicurarsi di aver pressato con sufficiente energia gli stampi e procurarsene almeno due o tre, per velocizzare l’operazione.

Dopo aver lasciato asciugare il calcestruzzo, si passerà all’ultima fase. Innanzitutto, si lava la superficie per rimuovere la polvere e le impurità varie, quindi si passa a stendere la resina protettiva DS-CS utilizzando uno spruzzatore per vernice.
È fondamentale stendere in maniera generosa ed omogenea questo prodotto. La resina ha la caratteristica di penetrare per capillarità all’interno della struttura del cemento, compattandolo ed aumentandone la resistenza, l’impermeabilità e la vivacità dei colori. È proprio questo trattamento a garantire la durevolezza dei pavimenti in cemento stampato e la loro capacità di mantenersi in condizioni perfette anche per molti anni.

Se lo desideri, puoi approfondire tutti i passaggi sopra descritti e visualizzarne lo svolgimento facendo riferimento a questo video tutorial per la messa in posa di un pavimento in cemento stampato.

Il cemento stampato: vantaggi

I rivestimenti in calcestruzzo stampato sono perfetti quando si tratta di realizzare pavimentazioni per il giardino o per altri spazi esterni.
Questo materiale, infatti, non teme l’azione erosiva degli agenti atmosferici: pioggia, neve e grandine non possono scalfire le superfici in cemento e, in più, grazie alla speciale resina di rivestimento, il pavimento risulta protetto anche dall’effetto schiarente dei raggi solari e dai danni provocati dagli sbalzi termici.
Le coperture realizzate in questo modo sono perfettamente impermeabili e non ghiacciano nemmeno quando la temperatura scende sotto lo zero. Ciò le rende particolarmente sicure perché del tutto antiscivolo. Inoltre, grazie alla sua idrofobicità, questo materiale non è soggetto alla formazione di muffe.

I pavimenti in calcestruzzo stampato richiedono davvero poche cure e permettono di avere esterni sempre in perfetto ordine e senza il minimo sforzo.
La particolare resina utilizzata per fissare e proteggere il lavoro salvaguarda la pavimentazione, impedendo la formazione di macchie e rendendola immune all’azione di molte sostanze corrosive. Lo sporco e la polvere possono essere eliminati con una semplice spazzata o con un getto d’acqua, mentre, quando il pavimento comincia a presentare i primi segni di usura, basta passarvi una nuova mano di resina per farlo tornare splendente come all’inizio.
Non va dimenticato che, trattandosi di un rivestimento monolitico, non sono presenti fughe o spazi all’interno dei quali possono crescere erbacce e questo fatto riduce ulteriormente le operazioni di manutenzione necessarie per mantenere sempre in perfetto stato il pavimento del giardino.